Recensione di Neppure il silenzio è più tuo di Asli Erdogan

“Non voglio essere complice del fuoco riversato contro donne, bambini e anziani che si tengono aggrappati alla bandiera bianca, cercando di uscire dalle macerie. Non voglio essere complice della mandibola bruciata di un bambino di dodici anni ritrovata in uno scantinato. Né del sacco consegnato dicendo: «Questo è tuo padre», cinque chili di ossa e carne, né del sacco consegnato dicendo: «Questo è tuo figlio»..”

https://www.leggereacolori.com/letti-e-recensiti/recensione-di-neppure-il-silenzio-e-piu-tuo-di-asli-erdogan/